Testimoni

San Daniele Comboni

Daniele Comboni nasce a Limone sul Garda (Brescia – Italia) il 15 marzo 1831, in una famiglia di contadini al servizio di un ricco signore della zona. Papà Luigi e mamma Domenica sono legatissimi a Daniele, il quarto di otto figli, morti quasi tutti in tenera età. Essi formano una famiglia unita, ricca di fede e valori umani, ma povera di mezzi economici. La povertà spinge Daniele a lasciare il paese per andare a frequentare la scuola a Verona, presso l’Istituto fondato dal Sacerdote don Nicola Mazza.

Don Tonino Bello

Nato ad Alessano (Lecce) il 18 marzo 1935, Antonio Bello rimarrà sempre, anche quando sarà Vescovo, “don Tonino”. Figlio di un maresciallo dei carabinieri e di una donna semplice e di grande Fede, trascorre l’infanzia in un paese ad economia agricola ed impoverito dall’emigrazione. Assiste alla Morte dei fratellastri e del padre. Terminate le elementari, è mandato, per poter continuare gli studi, in seminario, prima ad Ugento poi a Molfetta. Frequenterà l’ONARMO (opera nazionale assistenza religiosa e morale degli operai).

Padre Ezechiele Ramin

Ezechiele Ramin nacque a Padova il 9 febbraio 1953. Frequentò le scuole secondarie e le superiori presso il Collegio Barbarigo dal 1964 al 1972. «lo non ho studi – dice la mamma ma l’unica cosa di cui mi sono preoccupata è stata la formazione spirituale e religiosa dei miei figli. Avevo sempre paura di non riuscire a pareggiare il loro livello intellettuale con la crescita nella fede. Per questo ho voluto che frequentassero la chiesa e le scuole cattoliche». «Preghiera e catechismo».

Annalena Tonelli

Nata a Forlì nel 1943, dopo il liceo classico e la laurea in giurisprudenza, e dopo "sei anni di servizio ai poveri di uno dei bassifondi della mia città natale, ai bambini del brefotrofio, alle bambine con disabilità mentale e vittime di grossi traumi di una casa-famiglia”, nel 1969 Annalena Tonelli si sposta in Africa grazie alle attività del Comitato per la lotta contro la fame del mondo di Forlì, che aveva contribuito a fondare, e che ancora oggi è attivo.

Mons. Luigi Padovese

Nato a Milano il 31 marzo 1947, a 18 anni nel 1965 entrò nell'Ordine dei frati minori cappuccini, poi nel 1973 divenne prete.

Padre Fausto Tentorio

Padre Fausto Tentorio (7 gennaio 1952 - 17 ottobre 2011) - Nato il 7 gennaio 1952 a Santa Maria di Rovagnate e cresciuto in Santa Maria Hoe' (Lecco)

Dom Hèlder Camara

Vescovo cattolico del Nord Est del Brasile, dal 1966 ha guidato e animato innumerevoli azioni non violente intraprese dai più poveri

José Sánchez del Río

José Sánchez del Río nacque a Sahuayo in Messico il 28 marzo 1913 da una famiglia solidamente cristiana, con la quale emigrò a Guadalajara. Lì ricevette la Prima Comunione e si distinse per la sua devozione mariana. A seguito della promulgazione delle leggi anticlericali da parte del presidente Plutarco Elías Calles, si formò l’esercito popolare dei “cristeros”, cui si unirono anche i due fratelli di José, ma a lui, tredicenne, fu impedito.

Don Andrea Santoro

Don Andrea Santoro nacque a Priverno (LT) il 7/9/1945 (era un venerdì) e fu registrato con il nome di Andrea Silvio. È vissuto a Priverno fino al 16/01/1956, anno del trasferimento definitivo della famiglia a Roma. Nel 1958 entra nel Seminario minore di Roma, dove frequenta la 3° media e gli studi di liceo. Completati gli studi di teologia presso l'Università Pontificia Lateranense, viene ordinato sacerdote il 18 ottobre 1970.

Madre Teresa

Agnes Ganxhe Bejaxhiu nasce il 26 agosto 1910, a Skopje, Macedonia (ex-Iugoslavia), da genitori albanesi. Fin da piccola riceve un'educazione fortemente cattolica dato che la sua famiglia, di cittadinanza albanese, era profondamente legata alla religione cristiana. Nel 1928 entra come aspirante nelle Suore di Loreto a Dublino e poco dopo inizia il noviziato a Darjeeling, in India. Qui prende i primi voti nel 1931 e, passo dopo passo, giunge ai voti finali nel 1937.